TORNA ALLA LISTA
particolare grafico particolare grafico particolare grafico
particolare grafico domanda:

Cos'è la cheratosi seborroica?

risposta:
Questa patologia è molto frequente, compare per lo più in età avanzata, in genere verso i 40-50, senza preferenza di sesso e spesso a carattere familiare. Il loro numero aumenta con il passare degli anni. Sono rari i casi in cui la comparsa è di tipo eruttivo e la patogenesi di questa particolare modalità di espressione può derivare da una pregressa malattia infiammatoria cutanea o essere una espressione di patologia tumorale maligna(ma sono forme molto rare).
Solitamente le principali sedi di localizzazione sono le zone tipicamente seborroiche del viso, il tronco, l'addome, le pieghe inguinali ed ascellari ma possono essere presenti anche in altre sedi.
Tipica è la localizzazione a livello della piega sottomammaria nelle donne, molto probabilmente in conseguenza del traumatismo del reggiseno (fenomeno di Kobner?) o della macerazione con attrito soprattutto presente nelle donne con seno molto abbondante. Inizialmente si osserva la comparsa di una piccola macchia a limiti ben definiti, lievemente rilevata, di colore grigio-brunastro o anche nero che può porre dubbi di diagnosi differenziale con altre lesioni pigmentate come ad esempio il melanoma. La distinzione è possibile farla sul piano clinico esaminando l'elemento con una lente di ingrandimento, la quale permette di osservare in superficie piccole e numerose depressioni. La cheratosi seborroica può rimanere in questo stadio o può crescere fino a formare escrescenza ovoidali più o meno grandi, anche fino a un cm, ben delimitate, di colorito brunastro o nero-grigiastro. Di cheratosi seborroiche né esistono di diversi tipi istologici, in ognuno dei quali è presente melanina in quantità variabile. Le cheratosi seborroiche sono lesioni assolutamente benigne. La loro asportazione è consigliata solo qualora assuma un aspetto decisamente antiestetico per il paziente o a seguito di un microtrauma si danneggi la sua struttura o ancora, se segue al trauma un sanguinamento della lesione.
Le terapie consigliate sono:
- Diatermogoagulazione
- Laser CO2
- Asportazione chirurgica (più raramente)

Alla asportazione della cheratosi seborroica non segue una cicatrice in data l'estrema superficialità della lesione.
particolare grafico
TORNA ALLA LISTA

 Dynamod E-CMS  E-Constructor Soluzioni Web  Pitos.net Design