TORNA ALLA LISTA
particolare grafico particolare grafico particolare grafico
particolare grafico domanda:

Quali sono le cause dell'acne?

risposta:
Il ruolo dei fattori genetici nella patogenesi dell'acne è indiscutibile. Ciò è dimostrabile in quanto il 50% dei figli nati da uno o da entrambi i genitori acneici soffre di acne. L'acne è una malattia polieziologica (ha più cause). Le cause sono di natura ormonale, strutturale, batterica e infiammatoria. Gli ormoni androgeni sono i principali responsabili dell'acne. La produzione di questi ormoni, presenti prevalentemente nel sesso maschile ma anche in quello femminile, risulta aumentata durante la pubertà. E' per questo che in questa fase si ha spesso un peggioramento dell'acne. Gli androgeni esercitano i loro effetti anche sull'attività delle ghiandole sebacee del viso, del collo e delle spalle. L'acne è una malattia androgeno dipendente per la maggiore sensibilità dei recettori alla stimolazioe degli androgeni più che per una intensa stimolazione da parte di una maggiore quantità di questi ormoni. Le zone più interessate dall'acne sono principalmente il viso e il dorso, aree in cui sono presenti in grande quantità le ghiandole sebacee (in queste sedi il numero di ghiandole sebacee varia da 400 a 900 per cm quadrato). Il sebo è la principale fonte di lipidi che compongono il film idrolipidico che copre la superficie cutanea. Il sebo e gli acidi grassi provocano una reazione infiammatoria sterile dell'unità pilosebacea e questa infiammazione genera una ipercheratinizzazione della superficie interna del follicolo. Variazioni quantitative del sebo si verificano in rapporto all'età. Nel periodo intorno alla pubertà, uno dei primi segni che indica l'entrata in circolo degli ormoni androgeni è proprio la ripresa dell'attività della ghiandola sebacea. Gli ormoni androgeni sono gli ormoni che stimolano l'attività della ghiandola sebacea. Tuttavia il livello ematico degli androgeni è normale nell'acneico, mentre è alta la sensibilità dei recettori della ghiandola sebacea agli stimoli di questi ormoni. All'interno della ghiandola sebacea si osserva un 'aumentata conversione del testosterone in diidrotestosterone soprattutto per mezzo dell'enzima 5-alfa-reduttasi.
Le lesioni acneiche possono durare settimane o mesi e spesso si riscontra un peggioramento in autunno e in inverno. Tuttavia, nonostante il sole asciughi la pelle, non sempre gli ultravioletti sono positivi per l'acne.
particolare grafico
TORNA ALLA LISTA

 Dynamod E-CMS  E-Constructor Soluzioni Web  Pitos.net Design