TORNA ALLA LISTA
particolare grafico particolare grafico particolare grafico
particolare grafico domanda:

Perchè si formano le lesioni acneiche?

risposta:
L'acne, detta anche acne volgare o acne giovanile (anche se come vedremo esistono delle forme di acne anche piuttosto severe proprie dell'età adulta) è una malattia cronica infiammatoria del follicolo pilosebaceo e del tessuto perifollicolare: ogni follicolo pilosebaceo è collegato alla superifice dell'epidermide attraverso un canale che termina con un apertura attraverso cui fuoriescono sia il pelo che il sebo. L'acne è caratterizzata da comedoni, papule, pustole, noduli, cisti...Qualche comedone o qualche pustola è normale nel periodo adolescenziale da cui la definizione di acne giovanile. Non è più da ritenersi fisiologica quando dalla presenza di qualche evidenza si passa a sintomi con una certa evidenza.
In certe condizioni, un aumento eccessivo nella produzione di sebo (come quello legato a meccanismi ormonali) può portare alla formazione di un vero e proprio tappo che ostruisce il canale follicolare attraverso cui il sebo dovrebbe defluire. Si forma così il comedone chiuso, una piccola sacca (microcisti) che a mano a mano si ingrandisce per la continua produzione di materiale ostruttivo. Inoltre, all'interno del follicolo ostruito si creano le condizioni locali favorevoli allo sviluppo di batteri (tra cui il più importante è il propionibacterium acnes) i quali trasformano il grasso in sostanze irritanti che determinano una infiammazione del bulbo rendendolo più suscettibile alle infezioni. Sotto la pressione dei prodotti accumulati, il follicolo si dilata fino alla rottura della parete. Quando questo avviene, parte del contenuto del follicolo si riversa nel derma circostante e provoca una reazione infiammatoria più o meno grave a seconda della profondità a cui avviene la rottura. Le lesioni acneiche più superficiali, caratteristiche di acne lieve o moderata, sono le papule e le pustole. Nel caso di acne più severa si hanno invece i noduli e le cisti.
I punti neri o comedoni aperti (piccoli rilievi centrati da un punto nero, lievemente rilevati e talora ruvidi al tatto) e i punti bianchi o comedoni chiusi (piccoli rilievi dal colorito della cute normale, nei quali non si scorge l'orifizio del follicolo sebaceo), non sono quasi mai causa di lesioni più serie. La colorazione scura dei punti neri è dovuta esclusivamente alla presenza di melanina e all'ossidazione del sebo e delle cellule morte. I punti neri sono quindi dei veri e propri tappi di cellule e di altre sostanze che occludono lo sbocco di uscita di una ghiandola sebacea. Il risultato è un rilievo cutaneo dato dal rigonfiamento sottostante, dovuto alla secrezione sebacea che non ha più la possibilità di scaricarsi all'esterno. Questo sovraffollamento è provocato dalla iperproduzione di sebo da parte della ghiandola attraverso la stimolazione ormonale.
L'acne comedonica pura è piuttosto rara, si associano invece più frequentemente ai comedoni le pustole follicolari, papule, papulo-pustole e nelle forme più gravi noduli e cisti arrosate o del colorito della cute normale. L'acne di media entità procede a ondate di elementi infiammatori che compaiono periodicamente.
L'acne può lasciare esiti cicatriziali, la cui severità dipende sia dalle lesioni infiammatorie, sia dalla suscettibilità individuale alla formazione di cicatrici. I comedoni, le papule e le pustole modeste risolvono in genere senza lasciare esiti. I noduli, le cisti e gli ascessi lasciano cicatrici depresse o ipertrofiche cheloidee, a volte veramente inestetiche. Esiste infine una variante dell'acne volgare che è caratterizzata da formazioni ascessuali profonde e cicatrici. E' più frequente nei maschi, nella terza decade di vita. A tutt'oggi la sua causa è ignota ed è caratterizzata da molti comedoni e numerosi noduli infiammatori ad evoluzione purulenta che tendono a confluire tra loro. E' persistente e lascia esiti cicatriziali retraenti.
Due forme particolari di acne sono l'acne conglobataa e l'acne fulminans: l'acne conglobata è un'acne cistica grave con coinvolgimento maggiore del tronco rispetto al volto e con noduli raggruppati, cisti e ascessi. L'acne fulminans interessa i giovani maschi ed è un acne grave ad esordio acuto con suppurazione e ulcerazione: sono presenti malessere, astenia, febbre, artralgie diffuse, leucocitosi ed aumento della VES
particolare grafico
TORNA ALLA LISTA

 Dynamod E-CMS  E-Constructor Soluzioni Web  Pitos.net Design