TORNA ALLA LISTA

   » DERMATOLOGIA ESTETICA


particolare grafico particolare grafico particolare grafico
particolare grafico

Terapia fotodinamica


La terapia fotodinamica è una tecnica che utilizza l'applicazione locale di un farmaco fotosensibilizzante, acido 5-amino-levulinico (ALA). Questa sostanza, veicolata in crema o in gel, dopo essere stata applicata sulla area cutanea da trattare viene coperta con una medicazione occlusiva e quindi tenuta in incubazione per alcune ore per permettere il completo assorbimento della sostanza. Dopo questo tempo si toglie la medicazione e si irradia la zona con una lampada laser che emette una lunghezza d'onda utile per attivare il principio fotosensibile della crema. Attivando il farmaco, lo trasforma in protoporfirina IX che attraverso la produzione di ossigeno singoletto e l'attivazione della cascata enzimatica delle caspasi induce la morte cellulare selettiva. Questo trattamento, nato per il trattamento dei tumori cutanei non-melanoma e delle precancerosi, sta trovando largo impiego in molte altre patologie cutanee quali l'acne infiammatoria, le lesioni da HPV...


Penetrazione attraverso la cute della luce rossa.

Preparazione di una paziente per trattamento di fotoringiovanimento con terapia fotodinamica.

Ultimamente si utilizza con successo per il fotoringiovanimento del viso. Un ciclo completo prevede 3-4 sedute, una ogni 15-20 giorni. La potenza da utilizzare viene decisa dall'operatore e nel caso del fotoringiovanimento si parla sempre di potenze elevate (120-150 J). La luce rossa LED (light emission diodes) a 633 nm, è in grado di stimolare i fibroblasti dermici e i cheratinociti e di indurre la produzione di collagene ed elastina con conseguente effetto positivo di ringiovanimento.
Personalmente ho, tra i primi in Italia, iniziato a utilizzare la terapia fotodinamica nel trattamento dell'aging cutaneo da grado lieve a grado severo. Ho evidenziato in 72 casi (63 donne dai 57 ai 69 anni e 9 uomini dai 50 ai 53 anni) evidenziato una ottima compliance del paziente e un evidente aumento di compattezza, tonicità e luminosità cutanea. Con un numero di sedute limitate è possibile ottenere un miglioramento dei segni dell'invecchiamento cutaneo (macchie cutanee, capillari, la tessitura cutanea e le rughe superficiali).


Terapia fotodinamica impacco occulusivo per 2 ore.

Terapia fotodinamica per fotoringiovanimento con applicazione di acido 5-aminolevulinico.

Subito dopo il trattamento sarà presente rossore intenso, un leggero gonfiore, una accentuazione della pigmentazione e un effetto peeling. Le zone più sensibili sono la regione periorale e la regione periorbitaria. Questi fenomeni transitoritenderanno a svanire nell'arco di tre-quattro giorni. Può rendersi necessaria l'assunzione per due giorni di uno steroide per uso locale, crema lenitiva e antibiotica.
Il grande vantaggio di questo trattamento nel settore estetico è che permette un valido ringiovanimento in modo non invasivo.


Terapia fotodinamica.

particolare grafico
TORNA ALLA LISTA

 Dynamod E-CMS  E-Constructor Soluzioni Web  Pitos.net Design