TORNA ALLA LISTA

   » DERMATOLOGIA CLINICA


particolare grafico particolare grafico particolare grafico
particolare grafico

Vuoi sapere se perderai i capelli? Affidati al test genetico...


L'Alopecia Androgenetica Femminile

L'alopecia androgenetica femminile è una condizione molto stressante e frequente: si stima che il 50% delle donne svilupperà segni della malattia prima dei 60 anni di età.
L'alopecia androgenetica femminile colpisce donne con predisposizione genetica alla malattia.
Come per qualsiasi condizione medica la diagnosi precoce è il metodo migliore per la prevenzione.
Prima dell'introduzione del test genetico DermaGenoma, la diagnosi dell'alopecia androgenetica femminile non era sempre possibile. A differenza dell'alopecia androgenetica maschile, che ha una localizzazione tipica, la maggior parte delle donne con l'alopecia androgenetica non presenta un pattern caratteristico. In molte donne l'alopecia interessa diffusamente il cuoio capelluto senza colpire l'attaccatura frontale. In genere, interessa dapprima la regione centrale della testa, per cui la discriminatura centrale si allarga e, poi, si diffonde al vertice ed alle regioni laterali. Il cuoio capelluto diventa visibile attraverso i capelli che sono via via più sottili e non vi sono aree senza capelli. La figura illustra i vari stadi di gravità dell'alopecia androgenetica femminile.
A volte dall'esame clinico è difficile distinguere fra l'alopecia androgeetica ed altre cause di perdita dei capelli nella donna.
Per questo la diagnosi di alopecia androgenetica femminile viene spesso effettuata dopo che sono stati prescritti esami di laboratorio per escludere malattie come anemia, malattie alla tiroide, deficienza degli acidi grassi, assunzione di farmaci che provocano caduta di capelli, esposizione ai metalli pesanti (piombo, arsenico, mercurio). Ci sono inoltre malattie dermatologiche che possono provocare un diradamento simile e quello causato dall'alopecia androge
netica, ma che richiedono trattamenti diversi. Perciò, una diagnosi corretta e precoce dell'alopecia androgenetica è la chiave per salvare i capelli.


L'Alopecia Androgenetica Maschile

L'alopecia androgenetica maschile è una condizione frequente: si stima che il 50% degli uomini svilupperà segni della malattia prima di 50 anni di età.
L'Alopecia Androgenetica Maschile, detta anche calvizie, colpisce uomini geneticamente predisposti ed è la causa più frequente di caduta di capelli. La Figura mostra la progressione clinica tipica dell'alopecia androgenetica maschile.
Come per qualsiasi condizione medica la diagnosi precoce è il migliore metodo per la prevenzione.
Prima dell'introduzione del test genetico DermaGenoma, la diagnosi precoce dell'alopecia androgenetica maschile non era sempre possibile.
Poiché i soli farmaci approvati dalla FDA per combattere la caduta dei capelli, Minoxidil e Finasteride, sono più utili a prevenire la caduta dei capelli che non ad indurre la ricrescita, prima si conosce il rischio di sviluppare la malattia, maggiore è la possibilità di salvare i capelli.
Perciò, una diagnosi precoce dell'alopecia androgenetica è la chiave per salvare i capelli.

Che cos'è il test genetico DermaGenoma per l'Alopecia Androgenetica?
Il test genetico DermaGenoma per l'Alopecia Androgenetica è un test predittivo che permette di valutare il rischio di perdere i capelli. L'obiettivo del test DermaGenoma è identificare la predisposizione all'alopecia androgenetica prima dell'inizio dei sintomi, permettendo una diagnosi preclinica precoce affinché il trattamento possa iniziare al più presto, quando sono maggiori le possibilità di riuscita.

Perché fare il test genetico DermaGenoma per l'Alopecia Androgenetica?
La diagnosi clinica d'Alopecia Androgenetica è basata sull'osservazione di un diradamento dei capelli. Quando il diradamento diventa visibile, potresti avere già perso fino a 50% dei tuoi capelli in quell'area del cuoio capelluto. Poiché i soli farmaci approvati dalla FDA per combattere la caduta dei capelli, Minoxidil e Finasteride, sono più utili a prevenire la caduta dei capelli che non ad indurre la ricrescita, prima si conosce il rischio di sviluppare la malattia, maggiore è la possibilità di salvare i capelli. Il test predittivo DermaGenoma per l'alopecia androgenetica aiuta il medico a valutare il rischio di sviluppare la malattia e può offrire la possibilità di un intervento medico precoce prima che i segni siano visibili, permettendo così di preservare i capelli.

Chi dovrebbe effettuare il test DermaGenoma per l'Alopecia Androgenetica?
Il test genetico DermaGenoma per l'Alopecia Androgenetica è indicato per tutti i soggetti che sono preoccupati per la caduta dei capelli. E' utile anche per gli uomini e le donne che non perdono i capelli, ma che presentano una storia familiare di alopecia androgenetica, perché è difficile prevedere l'eredità familiare solo dall'osservazione.

Come si esegue il test genetico DermaGenoma per l'Alopecia Androgenetica?
Il kit per il test genetico DermaGenoma è disponibile presso i medici qualificati. Il materiale per l'analisi genetica viene raccolto strofinando la mucosa all'interno della guancia con un tampone contenuto nel kit ed il campione viene inviato al laboratorio DermaGenoma per l'analisi. Una volta che è stata effettuata l'analisi genetica, i risultati vengono trasmessi al medico.

Come interpretare i risultati per le donne?
Il test genetico per l'Alopecia Androgenetica Femminile fornisce alla donna un risultato espresso in termini di ripetizioni del trinucleotide CAG nel gene codificante per il recettore per gli androgeni (AR). Un basso numero di ripetizioni CAG è associato ad un elevato rischio di AGA (fino al 91%); al contrario, un alto numero di ripetizioni CAG è associato ad un ridotto rischio (fino al 98%). Le donne con un basso numero di ripetizioni CAG dovrebbero essere informate sul loro elevato rischio di sviluppare un'alopecia grave (scala Ludwig di grado II o III). Gli studi scientifici dimostrano che la percentuale di donne con un numero di ripetizioni CAG inferiore o pari a 15 non affette da alopecia androgenetica di grado medio-grave (scala di Ludwig di grado II o III) è solo del 2,3%. Questi soggetti dovrebbero consultare un medico specializzato nella cura dei capelli per pianificare un trattamento che prevenga e controlli l'insorgenza dell'alopecia. Ad esempio, potrebbero essere delle buone candidate per il trattamento con Minoxidil, specialmente se questo viene iniziato tempestivamente. Invece, donne con un alto numero di ripetizioni CAG possono essere rassicurate sul loro ridotto rischio di sviluppare l'alopecia androgenetica, evitando così preoccupazioni inutili e trattamenti non necessari.

Come interpretare i risultati per gli uomini?
Il test genetico DermaGenoma per l'Alopecia Androgenetica Maschile individua la presenza di una variante del gene codificante per il Recettore per gli Androgeni (AR), localizzato sul cromosoma X. Questa variante nel gene AR aumenta la sensibilità dei follicoli al diidrotestosterone, con progressivo assottigliamento dei capelli. Un uomo il cui test è risultato positivo per la variante del gene codificante per il recettore degli androgeni (AR) ha una probabilità fino all'80% di sviluppare la calvizie; al contrario, un uomo il cui test è risultato negativo per la variante del gene AR ha fino al 90% di probabilità di non sviluppare la calvizie.
Gli uomini che risultano positivi per la variante del gene AR dovrebbero essere informati sul loro elevato rischio di sviluppare la calvizie maschile. Questi soggetti dovrebbero consultarsi con un medico specializzato nella cura dei capelli per pianificare un programma di controllo e cura dell'alopecia androgenetica maschile. Ad esempio, potrebbero essere dei buoni candidati per il trattamento con Finasteride, specialmente se questo viene iniziato tempestivamente. Invece, gli uomini che risultano negativi alla variante del gene AR possono essere rassicurati sul loro ridotto rischio di perdita dei capelli, evitando così preoccupazioni inutili e trattamenti non necessari.

Sicurezza e confidenzialità
Non si conoscono rischi associati all'uso del test genetico DermaGenoma. Le analisi vengono eseguite in un laboratorio certificato CLIA di ottima qualità. I risultati sono strettamente confidenziali e vengono rilasciati al medico.


La Finasteride

Il gene per il Recettore degli Androgeni è stato identificato come fattore determinante dell'alopecia androgenetica (AGA) o calvizie maschile. Certe varianti nella sequenza dei nucleotidi del gene per il Recettore degli Androgeni, conosciute come ripetizioni CAG, sembrano determinare la sensibilità tissutale agli androgeni. Numeri di ripetizioni CAG bassi sono stati associati con un'aumentata sensibilità agli androgeni. Questa sensibilità ed il genotipo collegato sono stati associati ad una miriade di effetti fisiologici.
Con particolare riferimento alla perdita dei capelli, è stato dimostrato in 2 studi indipendenti da 2 grandi gruppi di ricerca Giapponesi che un basso numero di ripetizioni CAG influenza anche la risposta dei pazienti alle terapie mediche per l'alopecia androgenetica.

Uno dei farmaci attualmente più utilizzati, la Finasteride, agisce bloccando la produzione dell'androgeno chiamato DHT (diidrotestosterone), l'ormone responsabile della perdita dei capelli nell'alopecia androgenetica. Da molti anni la terapia con Finasteride, che blocca l'enzima 5-alfa redattasi nella conversione del testosterone in diidrotestosterone (DHT), è diventata un pilastro nel trattamento dell'Alopecia Androgenetica. Questo trattamento è molto efficace per stabilizzare la perdita dei capelli (85%) e, in qualche caso, per rinforzare e far ricrescere i capelli persi (66%). Altri farmaci della stessa famiglia, come la dutasteride, sono stati usati "off-label" sempre allo stesso scopo. Tuttavia, ci sono alcuni effetti collaterali dovuti all'utilizzo di questi farmaci, anche se sono stati segnalati solo dal 3% dei pazienti che assumono Finasteride, che causano vari tipi di disfunzioni sessuali, nonché altri effetti abbastanza rari come dolore o ingrandimento del seno (ginecomastia). Nonostante la piccola percentuale di pazienti affetti, la minaccia di un effetto collaterale dissuade ancora molti dal seguire la terapia medica fin tanto che resta l'incertezza che il rischio non sia giustificato dal vantaggio.

Inoltre, ci sono i pazienti con alopecia androgenetica di grado severo che proverebbero la terapia più invasiva del trapianto chirurgico dei capelli, ma vengono spesso scoraggiati dai medici nel prendere questa decisione senza prima aver completamente effettuato la terapia medica. La logica dell'attesa è basata sul concetto che, con del tempo a disposizione, la terapia medica potrebbe fermare la perdita dei capelli ed evitare il trattamento chirurgico. Poiché i capelli crescono a cicli, solitamente ci vogliono 3 mesi prima di vedere se la cura rallenta la caduta e 6 mesi per determinare se avrà un'influenza visibile sulla ricrescita. I pazienti con un genotipo poco rispondente al trattamento potrebbero aspettare molti mesi prima di vedere se la cura funziona. In tutto questo tempo di attesa poterebbero perdere ancora capelli e questa ulteriore perdita diventerebbe ancora più visibile a loro ed agli altri. Nonostante l'alta percentuale di risposta alla terapia medica, esiste la necessità di sapere chi risponderà più efficacemente alla terapia affinché i medici ed i pazienti possono determinare se vale la pena, il tempo, la spesa ed il rischio di fare la terapia farmacologica.

La sequenza genetica del gene del Recettore degli Androgeni offre un nuovo approccio per assistere i medici ed i pazienti nel determinare la sensibilità agli androgeni ed il grado di risposta a farmaci come Finasteride, che possono bloccare la produzione del potente androgeno conosciuto come DHT. L'obiettivo del test genetico DermaGenoma per la Risposta alla Finasteride nell'Alopecia Androgenetica è quello di determinare un numero di ripetizioni CAG sul gene del Recettore degli Androgeni del paziente in modo tale da offrire un metodo per determinare la risposta alla terapia farmacologica, assistendo i pazienti ed i medici nella decisione sull'approccio più efficace, quanto a spesa e tempo, nel trattamento della calvizie.


L'Iperplasia Prostatica Benigna

L'Iperplasia Prostatica Benigna è l'eccessiva crescita, collegata all'età, di una parte del tessuto prostatico, che spesso causa un allargamento della prostata.
E' una condizione frequente negli uomini di mezza età e spesso causa sintomi al basso tratto urinario, come diminuzione del flusso urinario, incompleto svuotamento vescicale, aumento dell'urgenza e della frequenza della minzione, minzione notturna.

Che cos'è il test genetico DermaGenoma per la Risposta alla Finasteride nell'Alopecia Androgenetica?
Il test genetico DermaGenoma per la risposta alla Finasteride nell'Alopecia Androgenetica è un test predittivo che aiuterà il medico a determinare se la Finasteride sarà efficace per il trattamento dell'alopecia androgenetica. Come vantaggio aggiuntivo, il test aiuterà il medico nel valutare se ci sarà anche un maggiore rischio di sviluppare Iperplasia Prostatica Benigna (ingrossamento della prostata). Questo è importante, poiché la Finasteride viene spesso utilizzata per ridurre le dimensioni della prostata.

Perché fare il test genetico DermaGenoma per la Risposta alla Finasteride?
Studi scientifici hanno dimostrato che Finasteride ha un miglior effetto terapeutico sugli individui con un basso numero di ripetizioni CAG, piuttosto che su quelli con un numero alto.
Conoscere questo dato aiuta il medico a determinare se il trattamento con Finasteride per l'alopecia androgenetica sarà efficace o meno. Poiché i capelli crescono in modo ciclico, possono passare dai 3 ai 6 mesi prima che gli effetti del farmaco inizino a diventare visibili. Sapere se probabilmente ci sarà una buona risposta alla Finasteride può servire a convincere un soggetto della necessità di un trattamento protratto nel tempo.
Altri studi scientifici hanno dimostrato che uomini con un basso numero di ripetizioni CAG hanno anche un elevato rischio di sviluppare Iperplasia Prostatica Benigna. E' importante conoscere questo rischio perché la Finasteride viene spesso utilizzata per ridurre le dimensioni della prostata.

Chi dovrebbe effettuare il test genetico DermaGenoma per la Risposta alla Finasteride?
Il test genetico DermaGenoma per la risposta alla Finasteride è indicato soprattutto per gli uomini che hanno sviluppato un'alopecia androgenetica negli ultimi 10 anni e non hanno ancora completamente perso i loro capelli, cioè ai soggetti appartenenti alla scala Hamilton- Norwood di grado II, III, IV o V.

Come si esegue il test genetico DermaGenoma per la Risposta alla Finasteride?
Il kit per il test genetico DermaGenoma è disponibile presso i medici qualificati. Il materiale per l'analisi genetica viene raccolto strofinando la mucosa all'interno della guancia con un tampone contenuto nel kit ed il campione viene inviato al laboratorio DermaGenoma per l'analisi. Una volta che è stata effettuata l'analisi genetica, i risultati vengono trasmessi al medico.

Come interpretare i risultati?
Come ulteriore vantaggio, il test genetico per la risposta alla Finasteride aiuta i medici a valutare se un paziente ha un elevato rischio di sviluppare Iperplasia Prostatica Benigna o IPB (ingrossamento della prostata) e, quindi, di beneficiare potenzialmente dell'uso di Finasteride qualora in futuro sviluppi questa condizione.

Sicurezza e confidenzialità
Non si conoscono rischi associati all'uso del test genetico DermaGenoma. Le analisi vengono eseguite in un laboratorio certificato CLIA di ottima qualità. I risultati sono strettamente confidenziali e vengono rilasciati al medico.


particolare grafico
TORNA ALLA LISTA

 Dynamod E-CMS  E-Constructor Soluzioni Web  Pitos.net Design