TORNA ALLA LISTA

   » DERMATOLOGIA ESTETICA


particolare grafico particolare grafico particolare grafico
particolare grafico

Occhiaie - Quei segni scuri sotto gli occhi: un fastidioso inestetismo che puņ avere diverse cause.


Comunemente vengono chiamate “occhiaie” e rappresentano uno degli inestetismi del viso più sgradevoli. A parte il gioco di parole infatti, quei segni scuri sono veramente sotto gli occhi di tutti! Le occhiaie spengono lo sguardo e conferiscono al viso una espressione sciupata, stanca e trascurata. Sono particolarmente evidenti nelle persone con gli occhi azzurri dove viene a crearsi un forte contrasto cromatico fra i segni scuri e le iridi chiare. Alcune persone hanno le occhiaie molto evidenti dalla nascita e pertanto, in questi casi, devono essere considerate fisiologiche e non come un segno di alterazione fisica. Ma perchè vengono le occhiaie? Quali sono le cause che le provocano?

Innanzitutto occorre specificare che l'area cutanea interessata è molto delicata: la pelle è infatti molto sottile e trasparente e tende ad evidenziare con facilità la rete capillare sottostante. La zona del contorno occhi presenta una cute molto più sottile e permeabile rispetto al resto del viso: per questa ragione è molto importante avere una cura particolare di questo distretto (applicando specifiche creme nutritive e antiage con regolarità) essendo uno dei primi a presentare segni di invecchiamento cutaneo (le cosiddette zampe di gallina). Con il passare degli anni la pelle in questa zona si assottiglia sempre di più, rendendo i vasi sanguigni sempre più visibili.


Ma la comparsa di quell'alone bluastro sotto gli occhi può dipendere da numerosi fattori. I sottilissimi vasi sanguigni posti sotto il sottile strato di pelle della cavità orbitaria possono rompersi determinando la fuoriuscita di piccole gocce di sangue che tendono ad espandersi nei tessuti dove permangono a lungo. Questo ristagno da luogo alla formazione delle occhiaie e al relativo alone scuro.

Questo fenomeno può essere favorito da un' innata fragilità capillare (piuttosto comune peraltro), oppure da altri tipi di cause:

- stile di vita stressante

- mancanza di sonno. L'insonnia è considerata la causa più frequente della comparsa di occhiaie. Quando si dorme male i tessuti perioculari si affaticano e i capillari si dilatano rendendo la zona più scura.

- sinusite o rinite allergica. Anche questi tipi di disturbi posso generare le occhiaie. Anche chi soffre di allergie a pollini, polvere o ad alimenti può sviluppare occhiaie che vengono generalmente aggravate dal bruciore agli occhi e dalla necessità di strofinarli. E' opportuno pertanto in questi casi rivolgersi la proprio medico per curare il disturbo alla base.

- carenza di ferro nel sangue. L'anemia sideropenica è più frequente nelle donne. In questi casi la pelle del viso non riceve ossigeno a sufficienza diventando pallida e spenta. In particolare dove la cute è particolarmente sottile e trasparente. Così si mettono in evidenza i capillari sottostanti.

- ritenzione idrica. A seguito della ritenzione di liquidi da parte dell'organismo, i vasi sanguigni della zona sotto-oculare si dilatano rendendo maggiormente evidenti le occhiaie.


Quali rimedi.

Se la causa delle occhiaie è la fragilità capillare sarà opportuno avere una particolare attenzione alla propria alimentazione arricchendola di cibi ricchi di antiossidanti come frutti di bosco, kiwi, succo di limone e pomodori. In aggiunta si possono associare anche integratori contenenti principi attivi con effetto capillaro-protettore come la centella asiatica, l'escina, l'ippocastano, il mirtillo...

Ottime anche la spremuta di arance, per la presenza di vitamina C, elemento in grado di rafforzare i capillari. Il riposo è naturalmente uno dei principali rimedi anti-occhiaie. Si consiglia di non coricarsi dopo le 23, dal momento che il nostro organismo si rigenera di più nelle prime ore del sonno liberandosi di molte tossine.

Fra i cosidetti rimedi naturali, possono aiutare anche gli impacchi freddi con apposite mascherine congelate in freezer ed applicate sugli occhi per una ventina di minuti, garze imbevute di camomilla, bustine di tè (dopo essere state raffreddate e ben strizzate se applicate sotto gli occhi attenuano il gonfiore e i segni provocati dalla stanchezza) e infine, le fettine di cetriolo poste sugli occhi chiusi per una ventina di minuti. L'effetto è di tipo drenante, decongestionante e rinfrescante. Una tecnica manuale che può essere di grande aiuto ma che deve essere fatta solo da persone esperte è il linfodrenaggio manuale.

Un altro presidio fondamentale per contrastare le occhiaie è rappresentato dalla cosmesi: le creme adatte al contorno occhi non possiedono gli stessi componenti delle creme per il viso. Sono più fluide e delicate e contengono sostanze specifiche come l'acido ellagico, l'estratto di liquirizia, l'esperidina...

La crema va spalmata in piccolissima quantità e lasciata assorbire bene prima (nel caso delle signore) di procedere con il trucco. Il controno occhi sarà subito più fresco.

Infine è importante ricordare che il trattamento delle occhiaie non è mai di tipo chirurgico: con il bisturi si interviene per togliere le “borse” che si formano con l'invecchiamento e sono provocate dall'accumulo di grassi.

Anche le palpebre superiori quando con gli anni tendono a rilassarsi possono essere corrette chirurgicamente (intervento di blefaroplastica). Ma non le occhiaie!


particolare grafico
TORNA ALLA LISTA

 Dynamod E-CMS  E-Constructor Soluzioni Web  Pitos.net Design